Testi critici

  • Home
  • /
  • Testi critici

Assenze antropomorfiche, di Lorenzo Canova

Il ciclo realizzato per questa mostra, composto di opere perlopiù recentissime, si presenta come fondato su un nuovo senso del rigore compositivo, come se Delfini volesse ridare ordine alla dispersione caotica del mondo coi suoi accumuli di cose gettate nell’oblio.

Continua a leggere

Corrado Delfini, di Lorenzo Canova

Intrecci complessi di linee, angoli e diagonali che si fanno strada nel nero, uno spazio oscuro che grava come una minaccia mentre le impronte delle cose e la pittura si saldano in una fusione densa di colore e di segni: le ultime opere di Corrado Delfini evidenziano uno sviluppo della sua discesa nel corpo della [...]
Continua a leggere

Emersione della coscienza storica, di Fabio Benincasa

Curva di oblio ed emersione della coscienza storica nell’opera di Corrado Delfini L’idea forte di emersione di una traccia al tempo stesso visuale e mnestica sembra marcare potentemente la più recente evoluzione della pittura di Corrado Delfini. La tensione metamorfica fra forma e colore, lungi dallo scivolare verso l’indeterminatezza o la tentazione informale, si trascende [...]
Continua a leggere

Corpi meccanici, di Rossana Mele

Classe ’71, è uno Sperimentatore con la “S” maiuscola, un pioniere creativo del nostro tempo. La sua evoluzione artistica ha tratto nutrimento dalle importanti esperienze formative vissute tra la sua città natale, Roma, e le località che ne hanno ospitato studi e passioni artistiche.

Continua a leggere

Periferic, di Ilaria Bandini

Nessun tipo d’arte può dare un’emozione se non vi si mischi una parte di realtà. ... La rende leggibile; ne illumina il significato, schiude la sua realtà profonda, essenziale, alla sensibilità che è la vera intelligenza. Jean Fautrier Questa mostra chiude un percorso pittorico iniziato cinque anni fa, dove lo spazio meccanico è stato percorso, [...]
Continua a leggere

Eccellenze, di Paolo Levi

Quello che più colpisce in queste composizioni è la totale libertà espressiva, sia sul piano inventivo, che su quello formale. Desidero che entrambe le ricerche vengano lette in chiave astratta. Sono di messaggio arcano, fuori dal tempo e dalla storia, ma contemporaneamente concettuale.

Continua a leggere

Corrado Delfini, di Manuela Van

Corrado Delifini non ha confini conoscitivi, colloca forme di sostanza vitale in uno spazio inabitabile e in un tempo che non è eterno, ma immobile.

Continua a leggere

Spazi contemporanei, di Chiara Mastroianni

“Simmetrie Contemporanee”, titolo del ciclo di Corrado Delfini, si delinea come una visione complessa e sospesa del tempo e dello spazio. Temi che si legano e si scontrano, sono legate ai concetti tra le righe del racconto di Calvino “T con zero”.

Continua a leggere

Corrado Delfini, di Claudia Quintieri

Il progresso dalla medicina, che ha visto un’accelerazione esponenziale dai primi del novecento ad oggi, ha portato ad un abbassamento della mortalità con un consequenziale innalzamento dell’età media, tanto che, oramai, siamo più di 7 miliardi di persone nel mondo, in una previsione di crescita tale che la popolazione mondiale dovrebbe superare gli 8,5 miliardi [...]
Continua a leggere